1 a 1 al Barca, Inter agli ottavi se…

Alla fine è successo. Il Tottenham fermo sull’1 a 1 in casa contro il PSV Eindhoven alla fine ribalta e vince solo pochi istanti prima ci stava spalancando le porte all’ipotetica qualificazione agli ottavi di Champions League, competizione seguita da credipervincere. Con il pareggio degli inglesi anche la sconfitta al Meazza con il Barcellona sarebbe stata meno amara ma fortunatamente e per un gran secondo tempo l’Inter riesce ad agguantare il pareggio nei minuti finali con il solito Mauro Icardi, nel match del quarto turno di martedì 6 novembre alle ore 21:00.

Inter – Barcellona, il match

A differenza del match di andata al Camp Nau, l’Inter scende in campo anche se non per tutti i 90 minuti. Migliori in campo un certo Mauro Icardi che sale a quota 4 reti in altrettanti match alla sua prima competizione europea e il muro Skriniar, particolarmente ispirato e impossibile da superare. Anche contro una delle squadre più forti al Mondo non si spreca un passaggio e l’Inter dimostra una certa sfrontatezza nella gestione della palla anche nei punti vicini ad Handanovic, migliore in campo subito dopo Icardi e Skriniar. Un nervoso Suarez ha un inspiegabile conto aperto con i nerazzurri e vuole andare a segno a tutti i costi ma oltre la costanza nervosa dell’uruguayano il match sembra destinato a terminare nella sterilità dello zero a zero.  Ma a 9 minuti dalla fine ecco il cambio che sembra fatale: il Barca cambia Dembele per Malcom e quest’ultimo appena due minuti dopo infila Handanovic con un tiro debole. Il Tottenham intanto pareggia ancora in casa, e la sconfitta sarebbe meno amara per i nerazzurri seppur immeritata. Ma all’87esimo dopo azione confusa, Icardi recupera un pallone in area e con tutta la calma del Mondo, da vero campione, spara alle spalle di ter Stegen per il definitivo 1 a 1. Intanto, in terra inglese, il Tottenham ribalta con Kane, all’89esimo, e grazie alla sua doppietta riapre le speranze per Lamela e compagni a 180 minuti dalla fine dei gironi e con una classifica che vede il Barcellona primo a 10 punti, l’INTER seconda a 7 punti, Tottenham a 4 punti e terzo e fanalino di coda il Psv Eindhoven con un solo punto.

180 minuti per gioire: l’Inter passa se, tutte le casistiche

Dopo il punto, che a questo punto diventa fondamentale, con il Barcellona l’Inter accede agli ottavi di finale di Champions, (traguardo impensabile alle urne di Monaco), se si verificassero alcune condizioni. Qualificata già al prossimo turno se la squadra di Spalletti vincerà a Wembley proprio con il Tottenham, diretta interessata per il secondo posto utile. Ma basterebbe anche solo un pareggio, grazie agli scontri diretti favorevoli, per assicurarsi il passaggio al turno. In caso di sconfitta in Inghilterra tutto rimandato a fare risultato, vittoria con il PSV, in casa, per accedere alla fase a eliminazione diretta. Per non passare servirebbe un vero e proprio harakiri calcistico da parte dei nerazzurri che avrebbero addirittura possibilità di passare il turno anche con una doppia sconfitta, in base ai risultati delle pretendenti. Ma perché rischiare? Road to Wembley e prendiamoci questa vittoria!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *