Inter – Marotta: insieme dall’1 dicembre?

È quanto emerge dai rumors che trapelano dai salotti delle società bianconera, nerazzurra e rossonera. Un trittico “legato” indissolubilmente al nuovo che avanza e ai cambi strategici in ambito dirigenziale. Il primo dicembre sembra il giorno, il primo giorno utile, per avere Marotta in nerazzurro; questo perché prima dovranno verificarsi alcune condizioni sospese con il club precedente, la Juventus, e avrà risolto le sue pendenze con il club di Torino in termini economici e di buonuscita. Il primo dicembre è anche il giorno in cui Ivan Gazidis, dirigente sportivo sudafricano, farà il suo ingresso a Casa Milan ed è probabile che i cambi coincidano proprio nello stesso giorno per aprire un nuovo ciclo del calcio milanese.

Inter – Marotta, un interesse mai celato negli ultimi tempi

Dopo le dimissioni di fine settembre, l’Inter era già data come la squadra favorita per l’acquisto del dirigente vincente, che ricordiamo, ha portato a Torino 7 scudetti di fila, due finali Chammpions League e acquisti notevoli come Pirlo, Vidal, Pogba, e non ultimo un certo Cristiano Ronaldo! I contatti e i gradimenti con il presidente Zhang junior, non risalgono solo ai primi giorni di ottobre, quando Marotta aveva esternato la voglia e il desiderio di ripartire da un club come l’Inter ma per i primi contatti bisogna risalire a tempi meno recenti ì quando Marotta conscio dello “stile Juve” nel trattare i suoi si aspettava prima o poi il conto caro e avaro da parte di Andre Agnelli. All’Inter, Marotta, si troverebbe già in vantaggio, partendo da una Ferrari già in moto poiché il processo di crescita dei nerazzurri è già avviato e ben diverso dalla rinascita bianconera di un decennio fa, qui, a noi, bisognerebbe solo qualche buon ritocco e una campagna acquisti esclusivamente di top player. Questa la sfida di Marotta, una nuova sfida, un gettone lanciato come in un casinò online, gratis, regalato, donato, una nuova sfida di un uomo forte e che mette da parte l’orgoglio e riparte, sperando che sia anche per l’Inter una ripartenza a tutto gas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *