Calcio: i ricordi delle squadre agli ottavi di finale

Torniamo indietro negli anni e ricordiamo alcuni grandi giocatori. L’emozione di Adriano Leite Ribeiro con la sua tripletta nella Champions, Ringhio e Joe, tanti ricordi che nello stesso tempo hanno lasciato un segno. Il sito di Melbet, consente a tutti gli utenti di avere l’occasione di seguire le partite e avere consigli dai bookmakers sui pronostici, statistiche e quote.

Ricordando quei vecchi tempi

I ricordi dei bei tempi, sulle vittorie e le sconfitte, dove alcune partite soprattutto quelle del Milan-Tottenham, Inter-Porto e Napoli-Eintracht grandi calciatori hanno lasciato comunque un segno. Un’annata che all’epoca oltre ad essere stupenda, è sempre nella memoria di tutti, Milan-Tottenham, dove l’allenatore salentino beffò portando lo scudetto tutt’altra parte di Milano, ma tornando indietro negli anni, la partita Milan-Spurs si sono trovati negli ottavi di finale di Champions. In effetti circa dieci anni fa, i Spurs nell’incontro con il Milan, hanno espugnato un gol eccezionale di Peter Crouch, dove i rossoneri hanno protesttoa il gol annullato. Una partita molto difficoltosa, con Zlatan Ibrahimovic, Christian Abbiati e Vedran Corluka i quali poi si erano infortunati. In quel frangente, Ringhio Gattuso, rimedia un cartellino giallo scontrandosi con Joe Jordan, tanto che sono nate tra loro delle forti provocazioni dove alla fine della gara, lo stesso Ringhio Gattuso si era beccato 5 giorni di squalifica. Per gocare a calco anche in vacanza c’è una guida specifica che ti aiuta a sapere come e dove che per saperne di più si può andare a leggere questo articolo. 

Semifinali

Ma il Milan non riesce a vincere, ci fu così una doppia sfida con la squadra del Tottenham nella semifinale sella Coppa Uefa. Se andiamo a verificare, intorno agli anni 70, l’allenatore della prima Coppa Campioni, Nereo Rocco, perse la partita che si svolse a Londra ed il Tottenham passò il turno guadagnandosi il trofeo della finale. Nella partita  Inter-Porto invece, i ricordi sono rimasti molto più belli, l’Inter infatti, negli ottavi di finale di qualche anno fa, ebbe un’ottima prestazione soprattutto all’andata grazie a Obafemi Martins con Ricardo Costa. Al ritorno però, il Porto con Adriano Leite Ribero si spaventa, una sfida che termina con 3-1, grazie alla sua bellissima tripletta dopo che ha chiuso un sinistro su assist di Julio Cruz. Per l’Inter è stata una nottata piena di sogni dove anche Adriano Leite Ribeiro divenne parte della storia. La partita  Inter-Porto però fu anche scontro nel girone e la Napoli-Eintracht non è stata un gran chè poichè il Napoli senza Diego Armando Maradona non era più quella d un tempo e già all’epoca aveva iniziato a perdere.

Cambiamenti

A quei tempi non c’era più nemmeno Marcello Lippi e quell’anno, all’andata, il Napoli crolla con l’autogol di Renato Buso. Dunque per la squadra degli azzurri anche al ritorno fu una brutta esperienza n quell’annata perchè Giuseppe Tagliatela viene beffato da Falkenmayer. Tuttavia il Napoli, quella nottata fu l’ultima gara europea che è durata 15 anni. Ma oggi, in questo campionato, il Napoli potrebbe avere una bella svolta rispetto a quei vecchi ricordi. Difatti questa è un’annata molto particolare, gli azzurri ultimamente stanno giocando alla grande e quindi  non si esclude che si possa arrivare almeno per il prossimo anno ad un ottimo risultato. Questi vecchi ricordi restano comunque chiusi in un cassetto ma nello stesso tempo resta nel cuore dei calciatori e delle squadre per cui hanno giocato all’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *