I primi cinque cannonieri della storia dell’Inter

L’attaccante, si sa, è il trascinatore della squadra. È colui che più di tutti rappresenta il club, sia nei momenti felici che nei momenti più difficili.

Alla fine dei conti, avere o meno il cannoniere del campionato fa la differenza tra una stagione di vittorie e una di amare delusioni.

In molti provano a prevedere quale sarà il giocatore che si porterà a casa il titolo di Capocannoniere della Serie A. Se anche tu vuoi provare a indovinare, ti consigliamo di visitare app-scommesse.com dove potrai puntare su chi, secondo te, sarà il miglior marcatore della stagione 2019/2020.

Nel corso della storia del club i tifosi neroazzurri hanno visto moltissimi bomber di razza cavalcare il prato di San Siro. Quest’oggi vogliamo parlarvi dei primi cinque giocatori che hanno segnato di più nella storia neroazzurra.

5° posto: Luigi Cevenini III con 158 gol

Nato alla fine dell’Ottocento, Cevenini (chiamato Cevenini III in quanto terzo di cinque fratelli) esordì in Serie A nel Milan, proprio gli acerrimi rivali di quella che sarebbe diventata ben presto la squadra che gli permise di segnare più di 150 gol in carriera.

Tra il 1912 e il 1927 disputò complessivamente 190 partite in campionato, per un totale di 10 stagioni (il campionato fu interrotto per diversi anni a causa della Prima Guerra Mondiale.

4° posto: Sandro Mazzola con 160 gol

Considerato uno dei giocatori italiani più forti della storia, Sandro Mazzola fu, oltre che bandiera neroazzurra, anche campione d’Europa nel 1968 e vicecampione del mondo nel 1970 con la nazionale italiana.

Ha giocato per l’Inter a livello professionistico (ha fatto anche 4 anni di giovanili) dalla Stagione ‘61 alla stagione ’77, disputando le ultime 7 stagioni da capitano.

3° posto: Roberto Boninsegna con 171 gol

Attaccante di sfondamento, spesso anche egoista, Boninsegna è stato uno dei pochi giocatori nella massima serie, a diventare nello stesso anno miglior realizzatore del Campionato e della Coppa Italia.

A detta di molti, nei primi anni Settanta era, insieme a Gigi Riva, il miglior attaccante al mondo.

Altro record da ricordare: serie realizzativa di calci di rigore senza errori. Ben 19!

2° posto: Alessandro Altobelli con 209 gol

Campione del mondo nel 1982, Altobelli ha giocato per l’Inter dal 1977 al 1988, disputando 466 partite e un totale di 209 gol con la maglia neroazzurra.

Oltre a essere il secondo marcatore della storia dell’Inter è anche il miglior cannoniere nella storia della Coppa Italia grazie alle 56 reti realizzate, nonché il miglior cannoniere italiano in Coppa UEFA/Europa League con ben 25 gol.

1° posto: Giuseppe Meazza con 284 gol

Detto Peppino, Giuseppe Meazza è considerato da molti esperti il giocatore italiano più forte di tutti i tempi.

La sua storia è legata indissolubilmente all’Inter, dove ha disputato 14 stagioni.

Ha guidato la nazionale italiana alla vittoria della Coppa del Mondo nel 1934 e nel 1938, rimanendo tuttora il secondo miglior marcatore della rappresentativa azzurra, dietro al solo Gigi Riva.

Morì nel 1979 e poco meno di un anno dopo gli fu intitolato lo stadio di San Siro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *