Spedizioni con contrassegno: cosa è importante sapere

La semplicità di spedire un pacco online

Acquistare e vendere online non è mai stato così semplice. Grazie ad una fitta rete di corriere espresso è possibile spedire comodamente online praticamente qualsiasi cosa e dappertutto.

Questo è valido sia per quanto riguarda l’invio di pacchi e documenti per scopi personali, per mandare ad esempio degli oggetti in particolare ad un amico o ad un parente, che per scopi commerciali.

I corrieri negli ultimi tempi hanno infatti hanno elevato moltissimo il livello di personalizzazione delle consegne: programmazione del ritiro, ritiro a domicilio, possibilità di tracciare il pacco e scelta del metodo di pagamento. E proprio su quest’ultimo punto ci soffermeremo oggi, parlando di tutto quello che c’è da sapere sul pagamento in contrassegno. Andiamo a vedere di cosa si tratta e come fare in modo che vada a buon fine.

Cos’è il pagamento in contrassegno?

Il pagamento in contrassegno altro non è che il pagamento in contanti che viene fatto al fattorino che effettua la consegna del pacco. Sarà lui stesso poi a prendersi carico per conto dell’azienda di spedizioni, di far recapitare il denaro al venditore.

I motivi per cui le persone continuano ad utilizzare questo metodo piuttosto che quello che avviene mediante una carta elettronica o attraverso un conto PayPal sono diversi.

In primo luogo, la persona potrebbe non avere dimestichezza con i dispositivi elettronici, e per paura di fare danni preferisce affidarsi ad un metodo che lo fa stare più tranquillo.

Un altro motivo potrebbe essere legato al fatto che non possiede i fondi sufficienti per l’acquisto sulla carta, e questo avviene soprattutto a chi la utilizza molto raramente e pertanto non si preoccupa spesso che sia carica.

Oppure, visti i tanti casi di frode online di cui si sente parlare, si ha paura ad inserire i propri dati personali su una piattaforma in cui qualcun altro potrebbe accedervi e prenderne possesso.

In ultimo, menzioniamo una situazione piuttosto comune, e cioè quella in cui l’acquirente non si fida al 100% del venditore, e per non correre rischi si rifugia nel metodo del contrassegno.

Vediamo adesso alcune cose importanti da sapere sia per quanto riguarda il venditore che per l’acquirente che sceglie questa tipologia di pagamento.

Consigli utili per il venditore e per l’acquirente

Il venditore che include il contrassegno tra le scelte possibili raggiunge una più ampia fascia di potenziali clienti, e fa bene a non rinunciarvi. Fa altrettanto bene, comunque, a prendere qualche accortezza. Una delle più importanti è quella di chiamare l’acquirente prima di spedire un ordine, menzionando il prezzo finale e chiedendo gentile conferma.

Includere il tracking di consegna permetterà inoltre al cliente di sapere quando il pacco sta arrivando, in modo che si faccia trovare a casa per ritirarlo e pagarlo.

Anche il compratore deve stare attento. Innanzitutto farebbe bene a preparare l’esatto importo al centesimo ed a tenerlo a portata di mano, nel caso in cui il fattorino non dovesse avere il resto.

Controllando lo stato della consegna sarà pronto per farsi trovare a casa al momento giusto. Essere negligenti e rendere difficili le cose al fattorino potrebbe infatti farci finire in una sorta di lista nera dei clienti online, rendendo i prossimi venditori titubanti ad effettuarci una consegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *